L

e posizioni yoga, “Asana”. Tale termine deriva dal sanscrito e il suo significato letterale era stare seduti, ma poi con il passare del tempo lo yoga ha iniziato a diffondersi e la parola asana ha assunto il termine posizioni dello yoga, diventando così una parola dinamica.

Le posizioni yoga sono numerosissime, addirittura migliaia, ma le principali sono 84 e tra queste 32 sono quelle che rappresentano l’essenza dello yoga, 12 delle quali sono quelle che fanno da pilastro allo yoga e che sono dette posizioni regine. Tali ultime posizioni che permettono di lavorare con tutte le parti del corpo, mentre le altre si focalizzano su alcune parti ben specifiche.

Il nome di ogni posizione è di un animale, di pianta, di insetto, ma anche di forme geometriche e di oggetti vari, come per esempio l’aratro. Si dividono in posizioni di chiusura e di apertura, possono anche essere di introspezione o di estrospezione.

Ogni asana agisce su tre dimensioni, quella fisica che è diretta, quella mentale e quella energetica che sono indirette. L’obiettivo dello yoga a livello fisico è quello di correggere le imperfezioni e di ristrutturare la tonicità muscolare le ossa, attraverso l’allungamento e l’elasticità. È molto importante imparare ad ascoltare quali sono i limiti del proprio corpo, perché per quanto riguarda lo svolgimento della pratica yoga è molto importante non esagerare, forzando posizioni che il nostro corpo non è pronto ad eseguire, solo in questo modo riusciremo a trarne i benefici. I benefici a livello mentale si ottengono attraverso la concentrazione e il rilassamento, che portano ad avere una maggior consapevolezza del proprio essere e permettono di liberare la mente.

Esistono due fasi che accompagnano la pratica dello yoga, una dinamica e una statica, anche detta di arrivo.

La fase dinamica

Consiste nel movimento del corpo mirato ad ottenere la posizione fino al ritorno alla posizione statica. I movimenti devono essere lenti e sicuri e fatti in maniera graduale, per permettere al corpo di abituarsi alla posizione senza che vi siano tensioni. Il respiro durante questa fase non è controllato, ma è il corpo stesso che trova il ritmo della respirazione più idoneo.

La fase statica

Una volta raggiunta la posizione voluta, occorre mantenere la posizione per alcuni minuti, rstando immobili, la posizione in tale fase deve essere armoniosa, nel senso che non devono sentirsi tensioni o sforzi eccessivi. La respirazione assume molta importanza, ci si deve concentrare su di essa in maniera tale che i pensieri e le emozioni non disturbino la mente.

 

Come abbiamo visto è facilmente intuibile che nello yoga non è tanto importate il movimento fisico in sé, ma anche la respirazione e la dinamica mentale. Proprio una “rilassata immobilità fisica è il terreo fertile per i germogli dello yoga”.

 

 

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Contrary to popular belief, Lorem Ipsum is not simply random text. It has roots in a piece of classical Latin literature from 45 BC, making it over 2000 years old. Richard McClintock, a Latin professor at Hampden-Sydney College in Virginia, looked up one of the more obscure Latin words, consectetur, from a Lorem Ipsum passage, and going through the cites of the word in classical literature, discovered the undoubtable source.

blog1-compressor

This Post Was Built With Fusion Page Builder!

Lorem Ipsum comes from sections 1.10.32 and 1.10.33 of “de Finibus Bonorum et Malorum” (The Extremes of Good and Evil) by Cicero, written in 45 BC. This book is a treatise on the theory of ethics, very popular during the Renaissance. The first line of Lorem Ipsum, “Lorem ipsum dolor sit amet..”, comes from a line in section 1.10.32.

There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour, or randomised words which don’t look even slightly believable. If you are going to use a passage of Lorem Ipsum, you need to be sure there isn’t anything embarrassing hidden in the middle of text. All the Lorem Ipsum generators on the Internet tend to repeat predefined chunks as necessary, making this the first true generator on the Internet. It uses a dictionary of over 200 Latin words, combined with a handful of model sentence structures, to generate Lorem Ipsum which looks reasonable. The generated Lorem Ipsum is therefore always free from repetition, injected humour, or non-characteristic words etc.